17-18-19 Febbraio 2020 UmbriaFiere / Bastia Umbra (Pg)

Top Chef

I grandi cuochi stellati presentano le loro ricette, svelano i loro segreti e raccontano la loro storia.
I posti per i cooking show sono limitati

Il costo è di € 90,00 per 1 biglietto, di € 150,00 per 2 biglietti.

Paolo Rota

"Tradizione lombarda e genio creativo” il concetto su cui basa la sua cucina

17 Febbraio - ore 10.45

Chef del ristorante "Da Vittorio" dove il concetto di “tradizione lombarda e genio creativo” ben rappresenta il filo conduttore dei menù che sono aggiornati e rivoluzionati insieme al divenire del mercato e delle stagioni. 

Antonio Ciotola

Nel grembiule di Chef, Antonio, ha ottenuto molto ma anche perso qualcosa lungo il suo cammino: la vista

17 Febbraio - ore 13.00

“Una bottiglia stappata, il rintocco della mezzanotte, luci nel cielo, un boato e poi… il buio. Così è iniziato tutto, un fuoco nel cielo che ha spento la mia vista, ma ha acceso molto altro nella mia Vita” (cit. dal libro "Il buio in padella" Antonio Ciotola).
A Capodanno 2005 ha perso la vista per un incidente causato dallo scoppio di alcuni fuochi pirotecnici. Sei mesi dopo era di nuovo in cucina. Lo chef Antonio, di origini campane, si e' diplomato alla Scuola Alberghiera di Sorrento.

Franco Pepe

Pepe in Grani: la Miglior Pizzeria d'Italia e del Mondo per il terzo anno consecutivo

17 Febbraio - ore 15.15

Rappresenta la terza generazione di panificatori; la prima attività fu avviata dal nonno nel 1938, quando il Podestà gli concesse la licenza dell’esercizio. Vi è stata, sin da allora, una continuità lavorativa senza interruzioni: anche in tempo di guerra il nonno ha panificato, autorizzato a dare i famosi “150 grammi di pane” a fronte dell’esibizione di una tessera.
 La seconda generazione è rappresentata dal padre, Stefano, con cui ha vissuto il periodo di formazione in quella che oggi è la Pizzeria in Piazza Porta Vetere, tuttora in attività...È stato questo il cuore pulsante della sua formazione.
 

Rossano Boscolo

Maestro dell'arte dolciaria e fondatore di una delle scuole di gastronomia più prestigiose d'Italia

18 Febbraio - ore 11.00

Il suo motto: “Il Successo non potete comandarlo. Potete fare molto di più: meritarvelo”. Questo uno degli insegnamenti che il padre, Bruno Boscolo, sin da piccolo inculcò ai suoi figli, Rossano, Angelo, Giorgio e Romano che li portò al successo della Boscolo Group. Ma le sue origini sono molto umili: nato a Chioggia il 10 gennaio 1956. Si diploma alla Scuola Alberghiera di Abano. Svolge il suo apprendistato presso noti alberghi italiani e dalle sue prime esperienze scatta la molla del voler conoscere ed imparare di più...

Igles Corelli

Ha collezionato 5 stelle Michelin, ora coordinatore del comitato scientifico di Gambero Rosso Academy nel segno della "Cucina Circolare".

18 Febbraio - ore 13.30

Maestro indiscusso della ristorazione italiana ha collezionato 5 stelle Michelin, ora coordinatore del comitato scientifico di Gambero Rosso Academy nel segno della "Cucina Circolare". A fine 2017 si trasferisce a Roma per l’apertura di un nuovo format di ristorazione al ristorante Mercerie, dove continua la valorizzazione dei prodotti tipici Italiani abbinati alla ricerca, alla sperimentazione e alla contaminazione con altre culture e i loro prodotti, presentando una cucina creativa, ricca di riferimenti alle tradizioni ma che non finisce mai di stupire, provocare e evolvere....

Niko Romito

La cucina "apparentemente semplice" da 3 Stelle Michelin

19 Febbraio - ore 10.45

Niko Romito nasce a Castel di Sangro (AQ) il 30 aprile 1974, ultimo arrivato in una casa già “dominata” da tre sorelle. La famiglia è grande e unita, con radici che affondano nel territorio abruzzese. Da piccolo gli piace impennare con la BMX nei boschi intorno a Rivisondoli; da adolescente fa l’istruttore di sci e il maestro di tennis, sfiorando una carriera da professionista. Frequenta il liceo e l’università a Roma: sogna la finanza, completi doppiopetto e il ticker della Borsa. Il forte legame allacciato con la famiglia e il suo Abruzzo lo richiama spesso verso Rivisondoli, dove il padre ha aperto una pasticceria nel 1970, convertita dopo trent’anni in un ristorante - il primo “Reale”.

Pietro Leemann

Chef alimentarista, filosofo del gusto della cucina naturale

19 Febbraio - 13.00

Lo Chef Pietro Leemann nasce a Locarno, in Svizzera, nell’estate del 1961. Sin da piccolo coltiva (in tutti i sensi) l’amore per la terra e la natura, giocando e lavorando con i genitori nell’orto di famiglia.
Nel 1976, folgorato da una bavarese alla vaniglia del grande cuoco ticinese Angelo Conti Rossini, decide di intraprendere quella strada. Si apre per lui un lungo periodo di studio, alla corte di maestri come lo stesso Angelo, Gualtiero Marchesi e Frédy Girardet, dai quali acquisisce i principali fondamenti della grande cucina.
Agli inizi degli anni ’80 si avvicina alla cucina vegetariana ed entra in contatto con in nuovi movimenti ecologisti che stanno gettando le basi per una nuova alimentazione, amica dell’ambiente e della salute delle persone.

Federico Gallo

La mia cucina? Una perfetta combinazione tra Tradizione e Innovazione

19 Febbraio - 15.00

Di origini torinesi, ma trasferitosi da adolescente in Toscana, inizia il suo rapporto con la cucina all’alberghiero di Chianciano. Dopo il diploma (2006) inizia a viaggiare, prima in Italia, e poi dal Messico agli Stati Uniti, al nord Europa.
Queste esperienze hanno aiutato Federico a proporre, accanto ai classici prodotti locali, anche materie prime tradizionali dei luoghi che ha visitato, creando così menu “stagionali” estremamente interessanti e vari.